Assunzione badante o casa per anziani?

07/10/2020
10 Minuti

L’assunzione di una badante per un proprio caro che presenta difficoltà motorie o psichiche è quasi obbligatoria se gli si vogliono alleviare le sofferenze e fargli vivere gli anni dell’anzianità come una seconda giovinezza.

Proprio così, avete capito bene, scegliendo la badante giusta, che dona assistenza all’anziano come se fosse una missione di vita, non può che migliorare la sua quotidianità. Poi è risaputo che vedere un proprio caro felice e sorridente, automaticamente mette di buono umore anche la famiglia.
Arrivati ad un certo punto della vita, è come se si ritornasse indietro nel tempo, specialmente se ci sono gli acciacchi…la maggior parte degli anziani diventa un po’ come i bambini e quindi necessitano di assistenza.


Ma scegliere una badante professionale che si prenda cura dell’anziano non è l’unica soluzione a disposizione, infatti, ci sono anche famiglie che decidono di affidarsi a case per anziani.

Vi starete giustamente domandando: quale delle due soluzioni è la migliore? Qual è la differenza?
Vi diciamo fin da subito che la risposta alla prima domanda varia da assistito ad assistito. Quindi dalla sua personalità, condizione fisica e mentale.

Ci sono ad esempio anziani che amano stare nella propria casa, perché luogo di ricordi e di abitudini. Quest’ultimi, se affidati ad una casa per anziani subiscono l’effetto contrario: ovvero cominciano a chiudersi, avvertono un senso di smarrimento e di conseguenza si lasciano andare.


Invece, ci sono anziani che preferiscono stare lontani dalla propria abitazione, perché schiavi dell’abitudine. E quindi preferiscono relazionare con gli alti anziani, leggere il giornale sulla panchina in giardino, ecc.

Santa Rosa, l’assunzione badante è sempre la scelta giusta.

Noi di Santa Rosa vogliamo rafforzare l’idea che l’assunzione badante conviene sempre di più rispetto all’affidamento dell’anziano in una casa di cura. E vi spieghiamo subito il perché: quello che il vostro caro può fare in questi centri specializzati, può benissimo farlo anche a casa propria.
Ad esempio, uscire per comprare il giornale, vedersi al parco con qualche amico, fare passeggiate sul lungomare, ecc, sono tutte attività che insieme alla badante possono essere svolte.


Ma il vantaggio, sarà per l’anziano quello di non sconvolgere tutte le sue abitudini, inoltre stando a casa. La propria casa è sempre il luogo in cui ci si sente al sicuro e protetti.

E proprio perché con il passare del tempo ci possono essere dei problemi anche legati alla memoria, per l’anziano diventa fondamentale ricordarsi dei posti della casa in cui è possibile trovare determinati oggetti.


Ad esempio, per renderlo autonomo, è molto importante fargli trovare i vestiti del giorno sempre nello stesso posto, così come le scarpe, cibi, giornale, ecc. In modo che l’assistito si possa sentire anche più attivo.

Consultare uno specialista.

Ovviamente, la scelta legata all’assunzione di una badante o l’affidamento ad una casa di cura deve essere molto ponderata e presa non in base alla propria convenienza. Quindi diventa fondamentale avere un confronto prima con il medico, in modo da avere fin da subito un’idea concreta e poi con il vostro caro. Vero e proprio parere rilevante ai fini della scelta.

 

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter