Retribuzioni badante, come farsi pagare gli straordinari

13/03/2020
10 Minuti

Come per ogni lavoratore con regolare contratto di lavoro (CCNL), sono previste retribuzioni badante extra per le ore di lavoro straordinarie.

Inoltre, per queste prestazioni l’incasso è anche maggiore. Sono molte le badanti che non sanno come comportarsi quando le ore di lavoro svolte eccedono quelle da contratto. E allora noi di Santa Rosa Assistenza, da anni esperti di collocazione badanti in tutto il nord Italia, proveremo a fare chiarezza su questa tematica spiegandovi tutto quello che c’è da sapere.

La mansione della badante è abbastanza ‘particolare’, proprio perché non esiste un orario specifico in cui l’assistito avrà bisogno di assistenza. Ma nel caso in cui foste una badante ad ore che è tenuta a fornire assistenza dalle 9.00 alle 15.00, dopo quest’orario avrete diritto ad un pagamento extra.


Tenete sempre a mente questo esempio (ma potremmo farne anche altri): è nel vostro diritto ricevere una retribuzione superiore nelle fasce orarie non concordate. Nei prossimi paragrafi vi illustreremo cosa si intende nello specifico per ‘lavoro straordinario’ e cosa prevede il CCNL di riferimento.

Lavoro straordinario.

Prima di entrare nel cuore dell’argomento, è opportuno spiegare in poche righe cosa si intende per lavoro straordinario. Quando si parla di lavoro straordinario, si fa riferimento all’istituto contrattuale che regola l’orario di lavoro prestato dopo l’orario da contratto.

Ovviamente, nel vostro caso dipende dalle condizioni fisiche dell’assistito, ma proprio perché straordinario, la frequenza deve essere limitata.

Contratto collettivo del lavoro domestico.

Le retribuzioni badante per ore di lavoro extra nel CCNL di riferimento vengono definite ‘maggiorazione per lavori straordinario’. Ciò, sta ad indicare il surplus di retribuzione erogato alla badante.

Ogni badante con regolare contratto di lavoro, può essere assunta in tre diversi livelli (8 sono quelli previsti dagli altri lavoratori domestici). Di conseguenza, la paga oraria varia a seconda del livello d’inquadramento.


Vediamo insieme come cambia per ogni livello specifico (ore previste dal regolare contratto senza straordinari):

  • Livello BS: la retribuzione ad ora fissata è di 6.13 euro
  • Livello CS: la retribuzione ad ora fissata è di 6.83 euro
  • Livello DS: la retribuzione ad ora fissata è di 8.22 euro

 

Adesso, vi mostriamo la retribuzione legata alle ore extra, ovvero quelle che prevedono una maggiorazione.

  • Straordinario diurno: 25% per la fascia oraria che va dalle 6.00 alle 22.00
  • Straordinario notturno: 50% per la fascia oraria che va dalle 22.00 alle 6.00
  • Straordinario festivi: 60% per le ore di lavoro svolte nel giorno di riposo e nelle festività
  • Straordinario mancato riposo: 40% per le ore di lavoro svolte nella mezza giornata di riposo
  • 10% per le ore eccedenti le 40 settimanali e fino alle 44 per i non conviventi, per le ore di lavoro svolte dalle 6.00 alle 22.00

 

In quest’articolo abbiamo fatto chiarezza sulle retribuzioni badante extra orario di lavoro, spiegando nello specifico cosa si intende per lavoro straordinario e cosa è previsto dal CCNL di riferimento.


Ma nel caso in cui dovessero sorgere problematiche non risolvibili facilmente con l’assistito, vi suggeriamo di rivolgervi ad esperti del settore come patronati, consulenti del lavoro o avvocati.
Ovviamente, affidandovi alla nostra azienda non avrete di questi problemi, in quanto il nostro team si occupa anche della parte burocratica.

 

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter