Il mercato dell’assistenza anziani e i competitors

07/02/2020
10 Minuti

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” column_margin=”default” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom” bg_image_animation=”none”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_link_target=”_self” column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_width_inherit=”default” tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” overlay_strength=”0.3″ column_border_width=”none” column_border_style=”solid” bg_image_animation=”none”][vc_column_text]Sono circa 30 anni che nel nostro Paese tra i franchising più redditizi troviamo quello legato al business delle badanti. Tutto è cominciato perché le persone anziane o invalide facenti parti di una classica famiglia italiana venivano ospitate da qualche parente, a causa della mancanza di strutture adatte e la totale assenza di welfare di Stato. E proprio all’inizio degli anni 90 non dobbiamo dimenticare la migrazione dei lavoratori provenienti prevalentemente dall’Est, in cerca di fortune in Italia. Se uniamo questi due ‘fenomeni’ riusciamo a darci una spiegazione sul come si è creato il ‘matching’ tra badanti-persone anziane.

Ma chi non farebbe follie per un proprio caro?

Le famiglie oltre ad assicurarsi una persona che assista il loro parente, col passare degli anni si sono concentrate sempre di più sulla qualità e sulla professionalità legata all’assistenza. E così noi di Santa Rosa Assistenza, esperti nel settore da molti anni, dopo vari studi abbiamo capito che uno dei franchising più redditizi poteva essere proprio questo delle badanti. Grazie alla formazione e alle strategie imprenditoriali messe in campo siamo diventati un brand top level. Le badanti che mettiamo a disposizione delle famiglie sono PRIMUM, ovvero caratterizzate da una professionalità quasi fuori mercato. Oltre all’esperienza maturata nel corso degli anni e grazie ai nostri corsi di formazione, le badanti di Santa Rosa Assistenza sono complete al 100%.

Ai nostri affiliati offriamo delle conoscenze che permettono di gestire al meglio il processo di business: sarà quindi possibile aprire un franchising con il nostro marchio utilizzando solamente due risorse umane nella sede fisica del locale. Questo è possibile grazie all’automatizzazione dei processi, sperimentati da noi durante il corso degli anni.
Ovviamente, visto i guadagni importanti, non siamo gli unici a far parte dell’offerta in questo segmento di mercato: le famiglie interessate all’assistenza di una badante possono anche rivolgersi a personale assunto da una cooperativa, personale con partita Iva e personale assunto con passaparola direttamente dalla famiglia. Ma gli svantaggi, per i potenziali imprenditori non sono pochi. Di seguito vi riportiamo solo quelli più rilevanti:

Cooperativa con personale assunto:

  • costo fisso dei lavoratori molto alto
  • turnover notevole degli stessi dipendenti (quindi impossibilità di automatizzazione dei processi)
  • Fatturato alto, ma poco margine di utilità

Agenzie con personale con partita IVA

  • Valore commerciale dell’attività, in caso di vendita, poco remunerativo
  • Turnover di personale alto, per contratti svantaggiosi per i lavoratori
  • Lavoratori poco fidelizzati

E quindi sono proprio i numeri a catalogare questo business tra i franchising più redditizi di sempre, infatti attualmente in Italia sono presenti circa 800 mila badanti. Pensate che solo al Nord 1 persona anziana su 10 viene assistita da una badante, così come 1 persona non autosufficiente su 2. A sottolineare questa verità, anche un articolo di Forbes, infatti negli Stati Uniti d’America questo business è in continua crescita.  Insomma, quello delle badanti, attualmente è uno dei franchising più redditizi che aiuta a migliorare la propria vita (economica, ma non solo) aiutando di conseguenza anche quella delle altre persone.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” column_margin=”default” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom” bg_image_animation=”none”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_link_target=”_self” column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_width_inherit=”default” tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” overlay_strength=”0.3″ column_border_width=”none” column_border_style=”solid” bg_image_animation=”none”][social_buttons nectar_love=”true” facebook=”true” twitter=”true” linkedin=”true” pinterest=”true”][/vc_column][/vc_row][vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” column_margin=”default” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom” bg_image_animation=”none”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_link_target=”_self” column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_width_inherit=”default” tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” overlay_strength=”0.3″ column_border_width=”none” column_border_style=”solid” bg_image_animation=”none”][recent_posts style=”classic_enhanced” color_scheme=”light” category=”all” columns=”4″ order=”DESC” orderby=”date” blog_remove_post_date=”true” blog_remove_post_author=”true” blog_remove_post_comment_number=”true”][/vc_column][/vc_row]

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter