Curriculum badante: come farlo?

07/01/2020
10 Minuti

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” column_border_width=”none” column_border_style=”solid”][vc_column_text]Quando ci si candida per un lavoro è necessario e di primaria importanza creare un curriculum vitae soddisfacente e completo, al fine di fare una buona impressione e di essere scelti. Le famiglie degli anziani non auto sufficienti, che sono alla ricerca di una badante, cercano l’assistente domestico più qualificato e nel caso in cui si occupino in prima persona delle selezioni sarà necessario fare un’ottima impressione. Per aiutare le badanti a creare un CV completo, di seguito vengono dati consigli, informazioni, esempi e tanto altro ancora! Continua la lettura per scoprire come fare al meglio il tuo curriculum vitae per diventare badante!

CV badante: cosa scrivere?

Innanzitutto, affinché il curriculum sia completo, bisogna inserire una foto recente di se stessi. Questo può essere un’arma a doppio taglio, infatti la prima impressione è fondamentale e un bel aspetto può solamente aiutare l’avanzare della candidatura. Il consiglio è quello di fare una foto curando perfettamente il proprio aspetto, senza esagerare. Oltre alla foto, è necessario inserire in alto i propri dati anagrafici e contatti, ovvero nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza, numero di telefono o/e mail. Successivamente, si può iniziare inserendo le varie sezioni del curriculum, ovvero:

  • istruzione e formazione professionale: in questa sezione bisogna andare a inserire tutte le informazioni relative alla propria istruzione, sopratutto riguardanti liceo o istituto superiore frequentato, università, corsi professionali. Tra i corsi per diventare badante più rilevanti troviamo i corsi OSA, OSS e, ovviamente, le facoltà infermieristiche.
  • esperienze lavorative: sezione in cui bisogna comunicare le proprie esperienze professionali, preferibilmente citando eventuali aziende in cui si ha lavorato.
  • mansioni: qui bisogna scrivere quali mansioni si è capaci e disposti a svolgere, per esempio non tutti svolgono le attività alberghiere o di pulizia della casa. Il consiglio è di mostrarsi sempre disponibili!
  • lingue straniere: la conoscenza di molte lingue è sicuramente un grande vantaggio, in quanto grazie a ciò è possibile ampliare la propria area di lavoro. Tuttavia, bisogna ricordare, che quando ci si candida per un lavoro è necessario essere in grado di comunicare nella lingua dell’anziano. Spesso si sottovaluta l a conoscenza della lingua, ma in realtà è fondamentale per riuscire a instaurare un rapporto di comprensione tra il professionista e l’anziano.
  • competenze e abilità:in questa sezione bisogna inserire le proprie capacità e punti di forza.
  • referenze: può essere un grande vantaggio, inserire alcune referenze, delle sorte di recensioni, da parte delle famiglie o enti per cui si ha lavorato in precedenza. Un consiglio è quello di chiedere il permesso ad essi di mettere anche dei recapiti, in modo tale che la famiglia per la quale ci si candida possa contattare quelle precedenti.

[/vc_column_text][divider line_type=”No Line” custom_height=”30″][nectar_btn size=”medium” button_style=”regular” button_color_2=”Accent-Color” icon_family=”default_arrow” url=”https://santarosaassistenza.com/cerchi-lavoro-come-badante/#contattaci” text=”Invia subito la tua candidatura”][/vc_column][/vc_row]

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter