Come diventare imprenditore nel 2019?

07/01/2020
10 Minuti

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” column_border_width=”none” column_border_style=”solid”][vc_column_text]Desideri reinventarti o semplicemente sei un giovane imprenditore alle prime armi, ma non sai come fare a diventare un buon imprenditore? Non si tratta di qualcosa di impossibile, tuttavia è necessario creare e seguire un piano di azione dettagliato, analizzando obiettivi, rischi, pro e contro. Questo è l’articolo che fa giusto al caso tuo, continua la lettura per ottenere consigli, idee, metodi per diventare un imprenditore!

Requisiti per diventare imprenditore

Molto spesso, le persone sono scoraggiate nel diventare capi di se stessi, poiché c’è la falsa convinzione che per diventare imprenditore serva necessariamente aver conseguito un certo percorso di studi, un grande capitale o una grande intelligenza. In realtà, primo requisito tra tutti è avere degli obiettivi, chiari e precisi, che ti spingano ad affrontare tutte le problematiche e gli ostacoli che ti si potranno presentare. Dal tuo obiettivo, deriva la tua idea, la quale deve essere studiata in ogni minimo dettaglio, tenendo conto di tutti i rischi e il necessario per attuarla. Procedendo con quest’analisi dettagliata, si va a creare un vero e proprio piano di azione, attraverso cui l’imprenditore stesso si potrà muovere con più sicurezza, sapendo come comportarsi di fronte imprevisti e problematiche. Per diventare un imprenditore abile e capace, bisogna puntare a una crescita personale, aumentando la propria determinazione, energia, visione complessiva e problem solving. In questo modo si va a creare una capacità di autovalutazione e risoluzione di problemi che porta l’imprenditore a sviluppare capacità organizzative e gestionali sempre maggiori. Altro punto importante è la capacità di sacrificarsi per i propri obiettivi, per esempi risparmiando, mettendosi sempre in gioco e investendo sull’istruzione. L’istruzione riveste un ruolo fondamentale, poiché continuando ad imparare non si può non crescere. Ampliando sempre più il proprio bagaglio culturale, lo stesso imprenditore salirà di livello.

Idee imprenditoriali per aprire un’attività: come fare?

Per diventare un imprenditore di successo, non servono necessariamente idee fuori dal comune o stravaganti, ma si tratta di avere l’idea giusto nel momento giusto. Per analizzare la portata di un’idea e il suo potenziale, è necessario individuare:

  • un bisogno da soddisfare
  • un prodotto che soddisfi il bisogno in modo funzionale
  • eventualmente, capire quali canali marketing utilizzare

Ad oggi, si ha la possibilità di aprire un’attività in diversi modi, per esempio attraverso cooperativa, in autonomia e in franchising. Sempre più diffusi sono i franchising, metodo imprenditoriale che consente di ottenere numerosi vantaggi, soprattutto per chi è alle prime armi. Infatti, nel caso in cui si scelga di aprire un’attività in totale autonomia, i rischi di fallire saranno maggiori, sopratutto se non si hanno le giuste competenze. Basta pensare che l’85% delle aziende, dopo dieci anni falliscono! Nel caso di un’attività propria e autonoma, il consiglio è quello di affidarsi e assumere personale competente per ogni ambito e di evitare di improvvisarsi un tutto fare. Al contrario, aprire un’attività in franchising può risultare davvero vantaggioso, poiché non si fa altro che aprire una o più aziende affiliate ad una centrale, acquisendone il nome, il marchio, logo, design, rifornimenti, metodi organizzativi, gestionali e di marketing. In questo modo, si apre un’attività che ha un marchio già conosciuto nel mercato e, di conseguenza, il posizionamento della nuova azienda diviene più veloce e facile.

Il franchising dell’agenzia di selezione e collocamento badanti , Santa Rosa Assistenza, fornisce un supporto ricco e vantaggioso per gli affiliati, lavorando in un settore in continua crescita, dato anche l’elevata domanda di assistenza da parte della popolazione italiana. Quest’ultima, infatti, è la nazione europea più anziana, non ché il secondo paese con il maggior tasso di anzianità nel mondo! Se desideri ottenere maggiori informazioni, consulta il nostro sito ufficiale o recati in una delle agenzie a te più vicine![/vc_column_text][divider line_type=”No Line” custom_height=”30″][nectar_btn size=”large” button_style=”regular” button_color_2=”Accent-Color” icon_family=”none” url=”https://webinar.santarosaassistenza.com/” text=”SEI INTERESSATO A QUESTO SETTORE? ISCRIVITI AL CORSO ONLINE GRATUITO SUL NOSTRO FRANCHISING”][/vc_column][/vc_row]

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter