Assunzione badante, come scegliere quella giusta?

23/09/2020
10 Minuti

Sono tanti gli errori che commettono le famiglie in merito all’assunzione di una badante, spesso dettati dalla superficialità e dalla scarsa conoscenza della materia. Errori che inevitabilmente ‘rimbalzeranno’ addosso all’anziano, il quale riceverà una pessima assistenza.


Il settore dell’assistenza anziani è in forte crescita da diversi anni, infatti è uno di quelli più solidi del nostro Paese. Possiamo definirlo addirittura una colonna portante di tutti gli altri lavori. E questo fattore ha ovviamente scaturito un forte innalzamento della domanda.

Infatti sempre più lavoratori hanno deciso di voler intraprendere questa professione, spinti dall’obiettivo di guadagnare uno stipendio più che dignitoso.

Purtroppo, come succede ogni qual volta ci sia un trend da seguire, parecchie persone si sono lanciate a capofitto, senza un reale interesse, improvvisandosi badanti e avendo solo uno scopo di lucro da seguire.

Di conseguenza, tra quelle professionali si sono amalgamate anche quelle improvvisate e non sempre gli anziani hanno potuto godere di un’assistenza dignitosa. Purtroppo non sempre i familiari dell’anziano riescono a captare la totale assenza di interesse per questo lavoro durante i colloqui…e una volta che la badante firma un contratto, diventa complicato liberarsene.

Assunzione badante, attenzione a quelle improvvisate.

Come specifichiamo nella maggior parte dei nostri articoli legati all’assunzione di una badante: chi vuole svolgere questa mansione deve farlo con amore, come se stesse svolgendo una missione di vita.
Ma come fa una familiare a capire durante un colloquio che tipo di badante ha seduta davanti a sé?

Quali sono gli errori da evitare per salvaguardare l’assistito? Tenete bene a mente che il colloquio è paragonabile al momento della verità, dove avrete l’occasione per fare tutte le domande utili per scoprire quali sono le skills della badante.
Vi consigliamo quindi di leggere con attenzione il cv e poi fare tutte le domande, cercando di capire in cosa eccede la badante e quali sono gli eventuali limiti.

Durante il colloquio fate partecipare anche il vostro caro, in modo da vedere come si comporta la badante. Quest’ultima, se realmente interessata a donare amore, farà domande all’anziano, cercando un primo approccio. In caso contrario, al 90% la persona che avete davanti non ha molto interesse per la mansione in questione.


Inoltre, chiedete sempre di mostrarvi delle lettere di referenze, in modo da rendervi anche conto di come abbia operato la badante durante le altre esperienze.

Santa Rosa, badanti sicure.

Ma se non volete correre rischi legati all’assunzione di una badante, Santa Rosa Assistenza è l’agenzia che fa per voi. Da più di due decenni ci occupiamo di collocamento badanti in tutto il Nord Italia, infatti siamo un vero e proprio punto di riferimento per gli anziani e per le famiglie.


Le nostre badanti, prima di sostenere il colloquio con una famiglia, vengono valutate in base al loro curriculum. Studiamo quali sono le migliori che possono donare assistenza ad un determinato tipo di anziano.

Ad esempio, un anziano che necessita del cambio della medicazione, dovrà essere assistito da una badante avente una certificazione OSS. Quindi al colloquio con le famiglie, manderemo solamente quelle che dispongono di questa certificazione.


Santa Rosa Assistenza velocizza il processo di assunzione e si prende cura del tuo assistito!

 

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter