Anziani soli: cosa fare?

07/01/2020
10 Minuti

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” column_border_width=”none” column_border_style=”solid”][vc_column_text]Una delle problematiche che ci si trova ad affrontare quando ci si prendere cura di una persona anziana è la solitudine. Non tutti pensano a questo aspetto dell’anzianità, poiché spesso ci si preoccupa maggiormente della saluta fisica della persona. Tuttavia, anche la salute mentale e la socialità risultano di fondamentale importanza per il benessere degli anziani. Vediamo insieme in questo articolo come si può combattere la solitudine degli anziani.

Gli anziani e la solitudine

La solitudine negli anziani è problematica più comune di quanto si pensi, ma altrettanto trascurata. Tra i motivi principali che spingono l’anziano verso uno stato di solitudine ci possono essere lutti, magari relativi alla morte di un coniuge o di una persona cara con cui si ha passato l’intera vita, la perdita di autonomia, difficoltà nello svolgere attività quotidiane, come per esempio cucinare o guidare. Non si parla molto di solitudine nell’anziano e soprattutto è un argomento delicato da affrontare con l’anziano stesso, il quale, vergognandosi, difficilmente ammette il proprio stato.

Nel momento in cui si riconosco i segni della solitudine diviene fondamentale adoperarsi per migliorare la situazione dell’anziano, parlandone con la famiglia e anche con la badante, nel caso in cui vi sia.

Consigli per combattere la solitudine negli anziani

Innanzitutto, è importante non avere paura di parlare con l’anziano della sua situazione. In questo modo si spronerà l’anziano a rimanere in contatto con voi e con i suoi cari. Nel momento in cui l’anziano tende a isolarsi è fondamentale far si che se ne randa conto, per quanto possibile, in modo da incentivarlo a una maggiore socialità. Nel caso in cui non si veda l’anziano tutti i giorni, è utile chiamarlo più volte al giorno affinché parli un pò. Altro modo utile per far sentire l’anziano meno solo è quello di portarlo all’interno di un gruppo che condivida gli stessi interessi. Utile per l’anziano si rivela anche il prendersi cura di piante e animali domestici. Questo porta l’anziano ad acquisire maggiore sicurezza e può essere un modo per sentirsi meno solo. Risulta di fondamentale importanza anche che l’anziano continui ad avere rapporti con amici e con il vicinato. La conoscenza e le amicizie nel vicinato aiutano molto l’anziano poiché esso si sente più al sicuro all’interno della sua casa. Inoltre, avere amici tra i vicini permette all’anziano continuare a frequentare persone con più facilità, allontanando l’isolamento sociale.[/vc_column_text][divider line_type=”No Line” custom_height=”30″][/vc_column][/vc_row][vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” column_border_width=”none” column_border_style=”solid”][divider line_type=”Full Width Line” line_thickness=”1″ divider_color=”accent-color” custom_height=”40″][vc_column_text]

Hai dei dubbi?

Non sai come trovare la badante o hai bisogno informazioni?

 

CONTATTACI SENZA IMPEGNO

[/vc_column_text][contact-form-7 id=”10″][/vc_column][/vc_row]

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter