Mansioni badante e competenze richieste

10/06/2020
10 Minuti

Le mansioni che una badante deve eseguire per fornire assistenza all’anziano possono essere molteplici. Da quelle più comuni, come ad esempio il fornire solamente assistenza fisica, oppure quelle più specifiche come lavare e stirare i panni, prendersi cura del giardino, cucinare anche per i nipotini dell’anziano e altre ancora.


In ogni caso, ricordate sempre di stabilire bene nel contratto quali siano le vostre, in modo da non incorrere in spiacevoli incomprensioni.
Infatti, molto spesso accade che le famiglie pretendono servizi che nella stipula del contratto non sono stati elencati e che quindi non siete obbligate a fornire.

Le competenze richieste, invece, possono variare in base all’assistenza che la persona anziana necessita. Ad esempio, per un anziano che ha bisogno di piccole medicazioni durante la giornata, o di interventi di primo soccorso, la badante giusta sarà quella che possiede una certificazione OSS.

Ebbene si, se non eravate a conoscenza di questa notizia, anche le badanti possono seguire corsi di formazione e sostenere degli esami, in modo da certificare le competenze acquisite.
Ed è ovvio che una badante con competenze più settoriali della media, abbia anche una forza contrattuale maggiore (giustamente, ci sentiamo di dire).

Mansioni badante e competenze richieste: badante PRIMUM come modello.

Il profilo che incarna alla perfezione quello che le famiglie cercano, è senza ombra di dubbio quello che noi definiamo PRIMUM. Questo profilo è completo sia sotto il piano teorico che dell’esperienza e quindi parlare di mansioni badante risulta quasi superfluo.


Una badante PRIMUM è colei che ha frequentato dei corsi di formazione con profitto e quindi oltre alla parte tecnica, ha anche una conoscenza teorica non indifferente. Il mix perfetto, quello richiesto dalle famiglie, è proprio questo: conoscenza teorica + esperenzialità!


Iniziare la carriera da badante avendo seguito dei corsi di formazione, vi farà entrare in questo settore con una marcia in più rispetto alle altre.
Inoltre, sarà più facile per voi anche gestire delle situazioni più complicate.

Studiare la comunicazione e capire quali sono i voleri e i bisogni dell’anziano, anche se quest’ultimo non li comunica esplicitamente, è possibile solo con lo studio. Noi di Santa Rosa Assistenza, da anni esperti nel settore di collocazione badanti, eroghiamo diversi corsi di formazione e coaching, che servono appunto a migliore l’approccio della badante con questo lavoro.


Le nostre migliori badanti, ovvero quelle che hanno più richieste di lavoro, ovviamente sono proprio quelle PRIMUM.
Questo perché le famiglie cercano sempre di più dalla badante (come giusto che sia) e quindi i corsi di formazione e di coaching possono fare realmente la differenza, se seguiti con entusiasmo e volontà di migliorare.

Ma qual è il valore aggiunto che una badante deve offrire?

Oltre alla teoria e alla pratica, le varie skills, ecc, quello che realmente fa la differenza nell’assistenza anziani, è il mettere al primo posto il loro sorriso. Chi sceglie di praticare questa professione, deve fornire assistenza come se fosse una missione di vita e non solo come scopo economico.


Questo è il vero valore che farà di voi una badante completa al 100%.

 

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter