Tredicesima badanti dicembre 2018: come calcolarla

07/01/2020
10 Minuti

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” column_border_width=”none” column_border_style=”solid”][vc_column_text]Hai assunto da poco una badante per i tuoi genitori e il pagamento della tredicesima sta per avvicinarsi. Non sai però come calcolarla e soprattutto a chi spetta? Si tratta di una procedura semplice che ti verrà spiegata qui di seguito.

Tredicesima mensilità

Nel mese di dicembre, come ogni anno, i lavoratori dipendenti e i privati ricevono oltre allo stipendio anche la tredicesima. Questo è anche il caso delle badanti che inoltre, come altri professionisti definiti lavoratori domestici, al contrario di altri lavoratori subordinati, possono chiedere un anticipo sulla tredicesima fino al 70% di essa. Le badanti, infatti, non devono necessariamente essere assunte da 8 anni per avere la possibilità di richiederla. In questi casi si parla di una spesa ulteriore per le famiglie che hanno assunto una badante che assista un proprio caro anziano. La tredicesima è il pagamento di una mensilità lavorativa extra che viene rilasciato a dicembre in occasione delle feste. Questo pagamento viene effettuato prelevando il denaro che il lavoratore ha maturato durante i mesi precedenti, come avviene anche per la quattordicesima.

Come per ogni pratica riguardante il contratto con la tua badante, ti sarà utile leggere il CCNL , ossia il Contratto collettivo nazionale di lavoro, al fine di avere in tuo possesso informazioni corrette, specifiche e utili. Nel contratto è specificato che la tredicesima mensilità per badanti sarà da erogare entro il 24 e il 31 dicembre e non oltre. Detto ciò, come si leggere nel contratto, la tredicesima potrà essere erogata prima delle feste, ma non dopo pena interessi e rivalutazione del valore di essa. Infatti, nel CCNL si trova l’affermazione che dice che il pagamento dovrà essere effettuato non oltre il mese di dicembre e che al suo interno dovrà essere compresa la retribuzione globale di fatto e l’indennità sostitutiva di vitto e alloggio. L’indennità vitto e alloggio è il pagamento, che corrisponde ad 1/26 della retribuzione mensile, che viene effettuato dal datore di lavoro ogni giorno di ferie della badante convivente. I valori di tale retribuzione ulteriore sono sempre contenuti nel CCNL di riferimento e nel 2018 corrispondono a:

  • Pranzo 1,93 euro
  • Cena 1,93 euro
  • Alloggio 1,67 euro

Detto ciò, la famiglia dovrà pagare un totale di 5,53 euro al giorno per la durata delle ferie della badante.

Calcolo tredicesima badante

Il calcolo della tredicesima differirà leggermente nel caso in cui la tua badante sia assunta ad ore piuttosto che sia convivente. Nel caso in cui la badante sia assunta ad ore, anch’essa avrà diritto al pagamento della tredicesima mensilità nel mese di dicembre.

Per calcolare la sua retribuzione, non dovrai fare altro che:

  • Moltiplicare la paga oraria della tua badante per il numero di ore in cui ha lavorato durante la settima
  • Moltiplicarlo nuovamente per 52, che sono le ore di lavoro in un anno
  • Dividere il tutto per 12, che sono i mesi, al fine di calcolare il valore mensile accumulato

Invece, nel caso in cui hai deciso di assumere una badante convivente a tempo pieno, il calcolo sarà differente. Infatti, in questo caso il valore della tredicesima sarà normale come per tutti gli altri lavoratori. Ciò significa che dovrai:

  • Moltiplicare la retribuzione mensile della tua badante per i mesi in cui ha lavorato
  • Dividere il risultato ottenuto per il numero totale dei mesi, ossia 12, al fine di calcolare la retribuzione totale maturata

Per le badanti conviventi assunte da più di un anno ritrovare il valore della tredicesima può essere molto più semplice, in quanto il valore della tredicesima mensilità corrisponde ad uno stipendio normale. Se invece, la badante lavora da meno di un anno, ti basterà effettuare il calcolo che ti è stato spiegato.

Si tratta di pratiche molto semplici, che tuttavia possono far perdere tempo ed energie che potresti impiegare in altro. Per questo motivo, potrebbe esserti utile l’affiancamento di un’agenzia di collocamento badanti che potrà aiutarti oltre che per l’affiancamento di badanti professioniste ed esperte, anche nello svolgimento delle pratiche amministrative e burocratiche, come il calcolo della tredicesima. Attualmente, Santa Rosa Assistenza è l’agenzia numero 1 in Italia che offe serenità e tranquillità a te e ai tuoi cari![/vc_column_text][divider line_type=”No Line” custom_height=”30″][nectar_btn size=”medium” button_style=”regular” button_color_2=”Accent-Color” icon_family=”default_arrow” url=”https://santarosaassistenza.com/cerchi-lavoro-come-badante/#contattaci” text=”Invia subito la tua candidatura”][/vc_column][/vc_row]

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter