Lavoro e alloggio: i vantaggi di lavorare come badante convivente

07/01/2020
10 Minuti

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” column_border_width=”none” column_border_style=”solid”][vc_column_text]Il lavoro di badante è stato nel tempo, soprattutto in passato, visto come un lavoro poco dignitoso, in cui la badante diviene una sorta di “schiava”. Fortunatamente, nel tempo questa concezione è cambiata. Inizialmente si trattava di un lavoro preso in considerazione soprattutto da donne provenienti da altri paesi che cercano condizioni di vita ed economiche migliori in Italia. Oggi, invece, il lavoro della badante è gettonatissimo sia da donne sia da uomini, stranieri e italiani. Cosa spinge a questo incremento del numero di badanti in Italia e quali sono i vantaggi di lavorare come badante convivente?

Vantaggi di lavorare come badante convivente in Italia

Innanzitutto, è necessario sottolineare che il lavoro della badante è fondamentale per l’assistenza all’anziano. Si tratta di un lavoro ideale per quelle persone che desiderano fare del bene e aiutare il prossimo. La badante deve essere predisposta all’ascolto, all’empatia, alla pazienza e all’affetto. Senza questi requisiti non vi è alcuna badante. Oltre alla bellezza di questo lavoro, esso permette anche di ottenere alcuni vantaggi. Dal punto di vista economico il lavoro della badante convivente è a norma di legge ben retribuito e questo consente, per esempio a persone provenienti da altri paesi, di poter aiutare le proprie famiglie rimaste nel paese di origine e di poter condurre una vita felice e dignitosa. In secondo luogo, essere una badante convivente consente di ottenere vitto e alloggio incluso e ciò significa che la badante vivrà nella casa dell’assistito e le verranno forniti pasti e viveri. Proprio per questo motivo, la badante non avrà spese relative all’affitto, alle bollette, alla spesa, e avrà la possibilità di risparmiare moltissimo. Quando si pensa alla badante convivente viene in mente l’immagine sbagliata di un professionista che lavora 24h su 24h, ma non è così! Infatti, la badante convivente non lavora no stop, ma ha delle pause e un limite di ore al giorno di lavoro.

Se sei interessa/o al lavoro di badante convivente, puoi richiedere maggiori informazioni sul sito di Santa Rosa Assistenza oppure venirci a trovare in una delle nostre agenzie![/vc_column_text][divider line_type=”No Line” custom_height=”30″][nectar_btn size=”medium” button_style=”regular” button_color_2=”Accent-Color” icon_family=”default_arrow” url=”https://santarosaassistenza.com/cerchi-lavoro-come-badante/#contattaci” text=”Invia subito la tua candidatura”][/vc_column][/vc_row]

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter