Franchising assistenza domiciliare, come scegliere la giusta posizione

27/07/2020
10 Minuti

Il franchising assistenza domiciliare è un investimento molto interessante, a patto che l’azienda madre sappia davvero che cosa significhi fare impresa. Parliamo di un settore che continua a crescere nel corso degli anni e che probabilmente ancora deve raggiungere il suo miglior momento.


Molto è dovuto a causa dall’invecchiamento degli abitanti del nostro Paese e dal freno delle nascite, sempre più un lusso per le famiglie.
Allora, già a partire dagli anni 90′, alcuni imprenditori avevano fiutato che investire in questo business, avrebbe portato a un ritorno economico importante.

Ovviamente, non basta solamente aprire un’agenzia e dal niente piovono soldi: lo studio che c’è dietro un’attività del genere è tantissimo e sempre in continuo aggiornamento.

Quindi, chi decide di entrare in questo segmento di mercato, deve essere bravo anche a capire di quale azienda ‘fidarsi’. Per fidarsi non intendiamo affidare i propri risparmi ad un’azienda X, con la speranza che tutto vada bene di per sé. Ma anzi, occorre trovare l’azienda che ha come obiettivo quello di voler ampliare le entrate, ma nello stesso tempo di far crescere i propri affiliati.


Un’azienda solida che realmente fa business in maniera sana, si occupa dei propri affiliati come se fossero dei ‘figli’, offrendo assistenza ogni qual volta ci sia bisogno. Specialmente all’inizio, quando di fondamentale importanza diventa anche dove aprire la nuova agenzia. Infatti, la posizione del locale incide prepotentemente sul fatturato di fine anno.


Gli americani dicono che tre sono i fattori da considerare per il successo: Location, Location, Location!

Qual è la giusta strategia?

Vi diciamo fin da subito che a prescindere dal settore imprenditoriale (quindi non solo per il franchising assistenza domiciliare) la localizzazione di un esercizio commerciale/agenzia/servizi deve essere scelta con attenzione.

Un ottimo business plan, ma con una localizzazione sbagliata, porta inevitabilmente alla chiusura dell’attività dopo pochissimo tempo. Viceversa, come abbiamo già detto, un’ottima posizione può fare le fortune dell’azienda.


Pensate che la localizzazione può incidere fino al 35% del valore dell’attività, ma non preoccupatevi, non sarete voi a dovervi occupare di ciò. Sarà la casa madre a fornirvi le linee guida giuste, in cui troverete informazioni dettagliate su questo punto.

Ma quali sono gli indicatori relativi alla localizzazione?

Per dare maggiormente peso alla scelta della localizzazione dell’agenzia legata al franchising assistenza domiciliare, vi riportiamo quali sono le metriche. Per metriche facciamo riferimento ai parametri che impattano sul bilancio, ovvero: resa del fatturato a metro quadrato, incidenza del costo di affitto sul fatturato, incidenza degli oneri accessori su costo di affitto, orario di apertura al pubblico.


Inoltre, a questa vanno aggiunte anche eventuali spese legate alla ristrutturazione del locale e/o dell’affitto.

L’equazione è comunque abbastanza semplice e scontata: più passaggio di persone, fatturato più alto. Quindi, aprendo l’agenzia nei pressi di parcheggi, autobus, stazione del treno/metro, è la prima regola.


Se siete interessati al nostro brand e volete delle informazioni in merito ad un’eventuale affiliazione, noi di Santa Rosa Assistenza siamo a vostra completa disposizione per qualsiasi richiesta, sia attraverso i nostri canali social che dal vivo.
Il franchising badanti è il presente e il futuro!

 

 

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter