Bonus 80 euro per badanti

19/02/2020
10 Minuti

Il decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 recante “Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale” sancisce un pagamento di 80 euro a tutti i lavoratori dipendenti da parte dello Stato.

Stiamo ovviamente parlando del cosiddetto “Bonus Renzi”, un sostegno al reddito nato per contrastare la pressione fiscale dei lavoratori. Una misura che fa sempre piacere, visto la crisi lavorativa che sta vivendo il nostro Paese da diversi anni.

Badante per anziani, come assistere al meglio l'assistito

Ma per farla breve, vi diciamo fin da subito che è previsto anche il bonus 80 euro per badanti.

Nei paragrafi seguenti vi illustreremo come procedere alla richiesta di questo bonus a seconda della dichiarazione dei redditi che farà la badante all’Agenzia delle Entrate.

 

Come richiedere il Bonus Renzi?

Anche se questa figura professionale non ha un vero e proprio sostituto d’imposta, il bonus può essere erogato direttamente dall’INPS. Di conseguenza, questo indica che a differenza dei lavoratori dipendenti presso un’azienda, la badante non vedrà accreditarsi la somma di denaro direttamente in busta paga, ma soltanto dopo la dichiarazione dei redditi.

In comune con gli altri lavoratori dipendenti ci sono però le fasce di reddito da non superare, onde evitare l’esclusione da questo sostegno. La fascia di reddito in questione è 8.174 – 26.600.
Inoltre, per assicurarsi l’intero importo, ovvero 960 euro, occorre aver lavorato tutti e 12 mesi dell’anno. Ma prendiamo ad esempio una badante che abbia svolto la suddetta mansione soltanto per 6 mesi, quest’ultima incasserà soltanto 480 euro (l’importo maturato per tale periodo).

Il bonus 80 euro per badanti è richiedibile attraverso la presentazione del “Modello 7e30” oppure del modello “Redditi”.

 

Modello 730

Nel caso in cui la badante dichiarasse i compensi maturati nell’anno precedente tramite Modello 7e30, è tenuta a compilare la sezione V, rigo 14, del rettangolo C, denominato appunto “Bonus IRPEF”. Nel rettangolo sono presenti due colonne, nella prima verrà inserito il codice relativo al bonus in questione (ovvero il numero 2), mentre la seconda sarà lasciata vuota.

 

Modello Redditi

Per chi invece decide di utilizzare quest’altra ‘variante’ per dichiarare lo stipendio, il rigo da compilare è l’RC14. Così come per il Modello 7e30, la compilazione delle colonne è la medesima.

Ovviamente, prima di ricevere il bonus 80 euro per badanti, l’INPS dovrà effettuare tutti i controlli necessari. Tenete a mente che prima si provvederà ad effettuare la dichiarazione, prima si riceverà la somma di denaro. Sarà poi la badante a scegliere se ricevere il bonus via bonifico direttamente sul proprio conto corrente bancario o postale. 

Ma le buone notizie non sono finite, infatti, in base alle ultime novità della Manovra finanziaria, dal 1° luglio 2020 ci sarà anche un aumento di 20 euro. Così il bonus arriverà a 100 euro!

In quest’articolo abbiamo visto come poter richiedere il bonus 80 euro per badanti e l’iter da seguire. Come avete potuto rendervi conto, anche questa professione viene tutelata e trattata a pari merito come le altre.

E quindi non è un caso se le richieste che arrivano per svolgere questa mansione sono in aumento anche dall’Italia
Se però avete ancora dubbi e/o incertezze vi consigliamo di rivolgervi ad un commercialista o ad un CAF.

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022
Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?
29/11/2021
No vax badanti: un rischio che non puoi permetterti se vuoi lavorare!
19/11/2021
L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!
15/11/2021
OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?
08/11/2021
La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)
Precedente
Successivo
Iscriviti alla Newsletter