Attività in proprio per donne: consigli e come fare?

07/01/2020
10 Minuti

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″ shape_divider_position=”bottom”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ column_shadow=”none” column_border_radius=”none” width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default” column_border_width=”none” column_border_style=”solid”][vc_column_text]Ancora oggi, molte donne rinunciano alla propria carriera lavorativa per concentrarsi maggiormente sulla propria famiglia e i figli. Tuttavia, questa condizione porta spesso, in particolare con l’avanzare dell’età, a percepire un vuoto incolmabile all’interno della propria vita. Le soddisfazioni personali, familiari e lavorative possono coincidere tranquillamente, basta sapere come fare! Molti sono gli esempi di donne imprenditrici di successo o di altre, che dopo una vita passata da lavoratrici dipendenti, si sono riscoperte capaci di gestire attività in totale autonomia. Ecco di seguito, alcuni esempi e idee di attività imprenditoriali per mettersi in proprio.

Come aprire un’attività in proprio?

Aprire un’attività in proprio significa diventare capi di se stessi, prendendo le redini del proprio lavoro e della propria vita. Molte persone e donne si sono in questo modo riscoperte, ritrovando positività, fiducia in se stessi e voglia di fare. Per diventare imprenditori ci sono oggi molte possibilità, per esempio si può scegliere di aprire un’attività in totale autonomia, con altri soci tramite cooperativa, oppure aprire un franchising. La principale differenza tra aprire un’attività in autonomia e una in franchising, sta nel fatto che nel primo caso bisogna farsi carico di tutta la gestione, il design, il marketing, le assunzioni, mentre nel secondo ci si appoggia ad un franchisor, ovvero un’azienda madre che fornisce le direttive di gestione dell’azienda affiliata. Essere un affiliato significa rispettare i meccanismi di gestione, di svolgimento di pratiche burocratiche, marketing, design dell’azienda, rifornimenti, logo. Ovviamente, aprendo un’attività in totale autonomia possono esserci maggiori rischi, sopratutto se si è imprenditori alle prime armi o se non si lavora in un determinato settore.

Idee innovative attività imprenditoriali

Molti sono i settori in cui è favorevole aprire attività imprenditoriali, tra questi troviamo:

  • macchinette 24 h di Cannabis Light
  • ristoranti, bar, locali cruelty free, vegan, bio, grazie alla sempre maggiore sensibilizzazione della popolazione
  • agenzie di assistenza, per esempio quelli di assistenza agli anziani che sono in continuo aumento
  • agenzie o cooperative per il lavoro

[/vc_column_text][divider line_type=”No Line” custom_height=”30″][nectar_btn size=”large” button_style=”regular” button_color_2=”Accent-Color” icon_family=”none” url=”https://webinar.santarosaassistenza.com/” text=”SEI INTERESSATO A QUESTO SETTORE? ISCRIVITI AL CORSO ONLINE GRATUITO SUL NOSTRO FRANCHISING”][/vc_column][/vc_row]

Ti è piaciuto questo Articolo?
Condividilo

09/08/2022

Decreto Trasparenza: di cosa si tratta?

19/11/2021

L’imprenditore, il franchising e il successo: l’unica cosa da sapere!

15/11/2021

OSS e ASA: sono necessarie queste certificazioni per lavorare SEMPRE?

08/11/2021

La Badante convivente può rivelarsi la tua soluzione di vita (se leggi qui)

Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newsletter