CHE COSA CONDUCE ALLA RICHIESTA DI AIUTO PER L’ASSISTENZA AD UNA PERSONA CARA?

  1. badante_seminario
  2. badante

Le famiglie italiane che si avvalgono delle lavoratrici curanti appartengono a tutti i ceti sociali. Le famiglie non possono, da sole, gestire operazioni e procedure complesse (la ricerca, il contratto, l’addestramento). Il passaparola spesso non è sufficiente a garantire un personale assistenziale efficiente. Impiegare lavoratrici in nero sembra apparentemente la strada più semplice ma nello stesso tempo implica una serie di problemi a cascata che rendono la situazione a rischio o molto critica. Si stanno rendendo conto sempre più che la badante ideale non può essere ricercata da un semplice passaparola e che questa professione richiede una qualifica ed un’esperienza provata sul campo. Sempre più famiglie oggi si rivolgono a Santa Rosa Assistenza per ricercare una persona qualificata disponibile per tutte le esigenze che si presentano, e in più per garantire amorevolezza, affidabilità ed affetto ai propri cari. In sostanza, anche perché prese da sensi di colpa nei confronti di anziani delusi nelle loro aspettative, cercano una figura che li sostituisca. La badante deve corrispondere alle caratteristiche del nucleo familiare in cui va ad operare. La conoscenza della lingua, per quanto venga ritenuta importante, è un aspetto che la famiglia valuta in subordine al primo punto, pur dovendo sempre più registrare, soprattutto ad esperienza avviata, che si tratta di un elemento fondamentale per stabilire delle relazioni e dei “legami”. La competenza professionale o comunque un approfondimento di ciò che la badante sa realmente fare sul versante assistenziale e del governo della casa fa parte di un passo successivo dopo aver considerato gli aspetti per così dire relazionali e di tipo etico legati innanzitutto a un saper “essere”. La presenza di un’agenzia come Santa Rosa di fatto garantisce che gli anziani partecipino al percorso di scelta e decisionale che riguarda la persona con cui dovranno condividere il quotidiano anche perché la ricerca delle “badanti” è sempre fatta solo dai familiari. L’assenza di un sostegno ed un servizio di qualità di un’agenzia di ricerca e selezione di personale badante come Santa Rosa Assistenza fa sì che molto spesso gli anziani non abbiano riferimenti a cui collegarsi per cui a volte passano da rapporti di tipo “padronale” e di controllo esasperato a rapporti di tipo genitoriale e familiare con una serie di complessità di cui oggi ci si comincia a rendere conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *